Uncategorized

Il linguaggio delle orecchie

Se per gatti e cani è la coda che ci può aiutare a capire il loro stato d’animo, per il cavallo sono le orecchie, che ci dicono anche a chi o cosa è rivolta la sua attenzione.

  • Orecchie dritte avanti: il cavallo è incuriosito e attento; atteggiamento tipico di quando lo chiamate o gli avvicinate un biscotto.
  • Orecchie ai lati: le ha solitamente quando è tranquillo e rilassato, ad esempio mentre bruca l’erba o si riposa.
  • Orecchie leggermente indietro: può voler dire che sente dolore da qualche parte (se viene pizzicato da un tafano), oppure sta avvisando chi gli sta intorno che si sta innervosendo.
  • Orecchie totalmente indietro: segnale di pericolo! Il cavallo è molto nervoso e potrebbe attaccare (mordendo ad esempio). Le cavalle si comportano così in difesa dei loro puledri quando qualcuno gli si avvicina troppo.
  • Orecchie girate in versi opposti (una in avanti e una indietro, ad esempio): è una caratteristica del cavallo che riesce ad ascoltare più suoni provenienti da posti opposti tra loro.
  • Orecchie verso il cavaliere in sella: quando montiamo spesso ci accorgiamo che le orecchie del nostro cavallo guardano verso di noi e non in avanti. Perché? Vuol dire che lui ci sta ascoltando e sente i nostri movimenti. Segno di buona intesa e collaborazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...