Anatomia · Cura del cavallo · Curiosita' · Micropillole

Micropillola / Le prime ore di vita

Dopo la nascita, il puledro manifesta gli stessi bisogni che ha un neonato: fame, sete, sonno e vicinanza con la madre. Tuttavia il cavallo è un animale molto precoce rispetto all’uomo, perciò nel giro di poche ore dal parto, il puledro è già padrone di abilità fisiche e capacità meccaniche che un bambino conquista soltanto verso i due anni di età: 24 ore dopo la nascita il puledro già corre su gambe che sono lunghe quasi quanto quelle di un adulto.

Ma vediamo ora nel dettaglio cosa accade al puledro nelle sue primissime ore di vita:

  • immediatamente dopo la nascita: il puledro respira, apre gli occhi, muove la testa e le gambe; si sdraia su un fianco; osserva e ispeziona gli oggetti e il corpo della madre con il naso, il muso e la lingua; ascolta; mostra il riflesso di suzione; cerca di alzarsi.
  • un’ora dalla nascita : si alza e rimane in piedi; cerca la madre, cammina e defeca il meconio (le prime feci); succhia il latte e segue la madre con cui inizia l’imprinting vero e proprio; nitrisce.
  • 2 ore dalla nascita : si sdraia completamente, dorme, si alza, prova timore nei confronti di persone e oggetti ma è curioso e rimanendo vicino alla madre cerca di ispezionare e indagare ciò che non conosce.
  • 3 ore dalla nascita : inizia a giocare, muove la coda, ispeziona gli oggetti prendendoli in bocca, trotta e galoppa, fa operazioni di grooming.
  • 24 ore dalla nascita : si gratta la testa con gli zoccoli anteriori, si struscia sugli oggetti, sbadiglia, fa rumori aprendo e chiudendo la bocca, si rotola, mostra la reazione di flehmen.
Curiosita' · Micropillole

Micropillola / Cos’è il Flehmen?

ll Flehmen, dal verbo tedesco flehmen che significa incurvare il labbro superiore, è un particolare movimento degli ungolati, felini e altri mammiferi, che consente loro di facilitare il trasferimento di sostanze chimiche odorose nel loro organo vomero-nasale o organo di Jacobson. Arricciando il labbro superiore all’indietro, l’animale chiude temporaneamente l’apparato olfattivo trattenendo la sostanza odorosa all’interno per così poter esaminare le tracce di feromoni lasciate da altri animali della stessa specie. Gli stalloni, per quanto riguarda i cavalli, sono gli esemplari che più spesso hanno questo comportamento, soprattutto quando nei dintorni ci sono cavalle in calore; ma anche le giumente assumono la posizione di flehmen, in particolare in risposta all’odore dei fluidi del parto. I cavalli castrati invece sembrano essere quelli che lo eseguono meno frequentemente di tutti perché sembra che la castrazione comprometta l’abilità del maschio di rintracciare e analizzare i feromoni. Tuttavia il flehemn non è soltanto per “analizzare” le sostanze secrete nell’aria per attrarre l’altro sesso, ma è anche una reazione nei confronti di inusuali e pungenti odori inorganici, come il fumo o la vernice.