Anatomia · Cura del cavallo · Curiosita' · Micropillole

Micropillola / Zoccoli morbidi

Forse non tutti sanno che alla nascita il puledrino ha degli zoccoli molto “particolari”: sono infatti ricoperti da una membrana gelatinosa in modo da ridurre il rischio di traumi a carico in primis dell’utero e del tratto genitale della madre e poi del puledrino stesso durante la gestazione e il parto. Dopo la nascita questa specie di “cuscino” protettivo si deteriora velocemente e lo zoccolo si indurisce fino ad assumere la struttura di quello di un adulto.

L’eccezionale foto qui sopra, immortala la scena pochi attimi dopo il parto, dove il puledrino è ancora avvolto dal sacco amniotico, e dove si può ben intuire l’aspetto e la “consistenza” degli zoccoli del nascituro. In alto a destra si vede uno zoccolo bianco, insolitamente lungo, accanto al muso del puledrino; già dopo poche ore, lo zoccolo si consumerà e si accorcerà di un paio di centimetri, cominciando ad indurirsi. In basso a sinistra invece si vede un altro zoccolo e si intuisce la sua elasticità da quanto è piegato all’interno del sacco.
Nella prossima foto si vede invece la parte inferiore dello zoccolo, ricoperto da delle piccole e morbide escrescenze che cadranno sempre a breve distanza dalla nascita.

Curiosita' · Micropillole

Micropillola / Cos’è il Flehmen?

ll Flehmen, dal verbo tedesco flehmen che significa incurvare il labbro superiore, è un particolare movimento degli ungolati, felini e altri mammiferi, che consente loro di facilitare il trasferimento di sostanze chimiche odorose nel loro organo vomero-nasale o organo di Jacobson. Arricciando il labbro superiore all’indietro, l’animale chiude temporaneamente l’apparato olfattivo trattenendo la sostanza odorosa all’interno per così poter esaminare le tracce di feromoni lasciate da altri animali della stessa specie. Gli stalloni, per quanto riguarda i cavalli, sono gli esemplari che più spesso hanno questo comportamento, soprattutto quando nei dintorni ci sono cavalle in calore; ma anche le giumente assumono la posizione di flehmen, in particolare in risposta all’odore dei fluidi del parto. I cavalli castrati invece sembrano essere quelli che lo eseguono meno frequentemente di tutti perché sembra che la castrazione comprometta l’abilità del maschio di rintracciare e analizzare i feromoni. Tuttavia il flehemn non è soltanto per “analizzare” le sostanze secrete nell’aria per attrarre l’altro sesso, ma è anche una reazione nei confronti di inusuali e pungenti odori inorganici, come il fumo o la vernice.