Consigli · Curiosita' · Discipline · Let's talk horses · Sport

Let’s talk horses #17

LAVORO IN SEZIONE

E’ la classica gestione delle lezioni di gruppo, in cui i binomi lavorano in fila indiana.
In cima alla fila c’è un “capo sezione” e in fondo un “cavallo di coda”.

IN-OUT

Conosciuto anche come “dentro-fuori” è un esercizio con una serie di barriere a terra o cavalletti posizionati a distanza ravvicinata tra loro (circa 3 metri in genere), all’interno dei quali non si fanno falcate. E’ un ottimo modo per ginnasticare il cavallo e mantenere il ritmo dell’andatura costante.

SCARTARE

E’ un’azione immediata e senza preavviso che il cavallo compie, per esempio a causa di uno spavento, spostandosi improvvisamente tentando la fuga dalla fonte di paura. Può avvenire anche subito prima di un salto se l’azione del cavaliere non è decisa e precisa, o se c’è qualcosa che impaurisce l’animale.

Consigli · Cura del cavallo · Curiosita' · Discipline · Let's talk horses

Let’s talk horses #16

CHIAMATA (DI UN MORSO)

Il morso può essere a una o due chiamate, in base al numero di anelli che si trovano sotto agli anelli dell’imboccatura e a cui si collegano le redini. Maggiore è il numero degli anelli, maggiore sarà l’azione di leva sul cavallo.

DESENSIBILIZZAZIONE

Processo che fa parte dell’addestramento del cavallo e che prevede di eliminare o ridurre la reattività e la sensibilità dell’animale nei confronti di particolari oggetti o situazioni. Un cavallo desensibilizzato è un cavallo che rimane sereno e reattivo agli ordini anche in condizioni che normalmente potrebbero causare stress o paura, per esempio in presenza di oggetti rumorosi (sacchetti di plastica) insoliti (ombrello) e associati al dolore (frusta).

CHAMBON

Lo chambon è uno strumento che si usa nel lavoro da terra con cavalli in addestramento avanzato, che sanno cedere correttamente alla pressione quando sono lavorati alla mano. Si presenta come una striscia di cuoio che si fissa al sottopancia, si biforca per entrare in due anelli ai lati della testa del cavallo e si aggancia infine agli anelli dell’imboccatura. Esercitando una pressione su nuca e bocca quando il cavallo alza la testa, lo invita ad allungarsi e ad abbassarsi verso il terreno, favorendo quindi la distensione del collo e il sollevamento della schiena.

Cura del cavallo · Curiosita' · Let's talk horses

Let’s talk horses #15

CAPEZZONE

E’ una capezza imbottita da doma da utilizzare alla longia ed è uno degli strumenti per l’addestramento dei puledri. Può essere fatta in cuoio o in nylon ed oltre ad una robusta imbottitura, ha degli anelli in acciaio sulla nasalina che offrono più agganci per la longia o le redini. E’ molto più efficace della capezza classica perché non ruota e non si sposta evitando di ferire la cute del cavallo e fargli perdere la traiettoria.

DOPPIA CRINIERA

Viene così chiamata la criniera di un cavallo che invece di cadere tutta su un lato solo, si divide e ricade su entrambi i lati del collo.

FIDA / MEZZA FIDA

Sono due tipologie di contratto stipulato tra il proprietario del cavallo e un’altra persona, l’affidatario. Nel caso di fida intera, l’affidatario avrà l’utilizzo esclusivo del cavallo e dovrà sostenere le spese ordinarie e straordinarie di mantenimento dell’animale. Se invece l’utilizzo del cavallo è condiviso col proprietario o altra persona, si parlerà di mezza fida; anche i costi di mantenimento verranno divisi a metà.

Attualità · Curiosita' · Discipline · Let's talk horses

Let’s talk horses #14

CESSIONE DELLA MANO

E’ quel movimento delle mani del cavaliere di “cedere” cioè allentare la presa delle redini. E’ una sorta di premio con rinforzo negativo, cioè togliere la richiesta quando il cavallo risponde correttamente.
Con “cessione della mano” si può intendere anche il movimento delle mani verso la bocca del cavallo durante la parabola del salto, per lasciargli la massima libertà nell’allungare il collo.

GARA ADDESTRATIVA

E’ una tipologia di competizione nella quale si è fuori classifica, ma si partecipa per far fare esperienza al cavallo in addestramento. Solitamente vengono effettuate da cavalli giovani alle “prime armi”.

BOSAL

È un tipo di “non imboccatura” di solito in pelle bovina intrecciata, utilizzato per l’addestramento dei cavalli nella tradizione vaquera. Il bosal agisce su naso e mascella, ed è costituito da una rigida fascia che unisce le due estremità al di sotto del mento con un grosso nodo. La redine è detta “mecate” ed è fatta di una lunga corda di crine di cavallo legata alla base del bosal.
Vi sono differenti tipi di bosal, con vari diametri e pesi così da poter addestrare il cavallo a bosal sempre più leggeri.

Curiosita' · Let's talk horses · Sport

Let’s talk horses #13

CAVALLO BAROCCO

E’ il termine che indica un cavallo agile, ma dotato di una struttura corporea solida e massiccia. Le razze che rientrano in questo gruppo discendono da destrieri utilizzati nelle guerre durante il Medioevo. Razze barocche come il Murgese, il Lusitano, il Frisone, il P.R.E., il Lipizzano ed altre sono particolarmente portate per il dressage di alta scuola.

RIMESSA

E’ quel momento in cui prima di un salto il cavallo sembra fermarsi, ma poi salta lo stesso, ed è solitamente dovuto a una errata valutazione delle distanze o per poca decisione del binomio; questo genera uno spostamento di peso e di forza che possono portare il cavaliere a precedere il salto o comunque a sbilanciarsi in avanti.

SALTARE GRANDE O LUNGO

Accade quando il cavallo fa la battuta troppo lontana dall’ostacolo, anticipando di solito di un tempo, e rischiando di scendere troppo sotto e toccare qualche barriera. Le causa può essere che si tratta di un cavallo verde che non riesce ancora a valutare bene le distanze, oppure che l’andatura è troppo veloce e affrettata e non cadenzata e regolare.