Cavalli famosi · Curiosita' · Micropillole · Storia

Micropillola / Federico Tesio

Sono sicura che molti di voi non hanno idea di chi sia questo signore qui a fianco…ma se vi dicessi che nelle sue scuderie sono stati allevati campioni indiscussi del galoppo come Nearco e Ribot??
Federico Tesio nasce a Torino nel 1869. E’ un grande appassionato di cultura umanista e scientifica ma, soprattutto, di cavalli. Fu egli stesso un fantino di corse di galoppo, ma dopo una brutta caduta, si dedicò ad un altro suo sogno; nel 1898 comprò la proprietà di Dormello sul lago Maggiore che trasformò, con anche l’aiuto della moglie, in un allevamento di Purosangue Inglese. Il suo interesse per la scienza ed in particolare per la teoria evoluzionistica di Darwin e gli studi di genetica di Mendel, lo accompagnò nella ricerca della formula segreta per ottenere dei cavalli vincenti: tra questi Nearco, ma soprattutto Romanella e Tenerani, i genitori del grande Ribot.
Oltre ad essere un grande nome che ha positivamente influenzato l’allevamento del purosangue in Italia, Tesio ha sicuramente dato un grande contributo all’ippica italiana da un punto di vista tecnico-normativo, partecipando alla formazione dell’UNIRE, un ente che tra le altre cose incentivava l’allevamento e il miglioramento di razze equine da competizione.
Nel 1932, per problemi di liquidità, il 50 per cento dell’azienda viene ceduto al marchese Mario Incisa della Rocchetta, e quindi il nome modificato in “Tesio-Incisa”.
Federico Tesio morirà nel 1954, due mesi prima del debutto di Ribot, che quindi non vedrà mai correre.

Curiosita' · Let's talk horses · Monta americana

Let’s talk horses #12

GALOPPO PER PERDITA DI EQUILIBRIO

Avviene quando il cavallo parte al galoppo da un trotto troppo veloce.
Quindi “rompe” la fuga al trotto (perdendo equilibrio) e comincia a galoppare buttando tutto il peso sulle spalle e alzando molto la groppa. E’ una partenza scorretta perché tutto il peso del binomio grava sugli anteriori del cavallo.

GALOPPO PER PRESA DI EQUILIBRIO

Avviene quando il cavallo parte al galoppo in maniera corretta, mantenendo un buon impulso.
Quindi parte da un trotto attivo, controllato e portando il peso indietro (prendendo equilibrio), impegna i posteriori e comincia a galoppare, mantenendo in equilibrio il binomio.

CAVALLO SMAZZETTATO

E’ un cavallo addestrato alla monta western, ad essere montato a una mano sola. Ciò comporta estrema sensibilità alle richieste del cavaliere e risposta immediata da parte del cavallo che, montato con una sola mano, non richiede la redine diretta ma gli basta quella di appoggio (per esempio durante una girata).

Curiosita'

Gallop o canter?

In italiano, l’andatura più veloce di un cavallo, viene chiamata con un solo termine, galoppo. Ma in inglese i termini sono 2: gallop e canter. Qual è la differenza? Solo la velocità!

Il canter è l’andatura nei 3 tempi classici (posteriore esterno, diagonale e anteriore interno) ed è un andatura controllata e piuttosto raccolta.

Col termine gallop invece, si indica un’andatura più veloce, quindi per passare dal canter al gallop, il cavaliere deve semplicemente chiedere al cavallo di allungare la falcata; quando questa è sufficientemente allungata, la diagonale si “spezza” in due tempi, così che l’andatura risulta essere in 4 tempi. Il cavallo raggiunge la velocità massima, che può superare i 40km orari.

Canter : posteriore interno e anteriore esterno (diagonale) sono un unico tempo
Gallop : la diagonale si e’ divisa in due tempi distinti

[pillola equestre di 136 parole]

Curiosita' · Let's talk horses

Let’s talk horses

Quante parole si sentono in maneggio, ma a volte non se ne comprende bene il significato…nessun problema!! In questa rubrica vediamo insieme cosa vogliono dire alcune parole o espressioni comuni che si usano in campo equestre

CAVALLO SORDO AGLI AIUTI

E’ il cavallo che ha perso sensibilità agli aiuti, in particolare all’azione delle gambe, perché’ il cavaliere non ha ben chiara la progressione degli aiuti e non ne fa un buon uso. L’animale risulta quindi pigro e indisponente.

GALOPPO FALSO

Il galoppo si dice falso, quando il cavallo a mano destra, atterra sull’ anteriore sinistro come ultima battuta, e viceversa. Se si è a mano destra (quindi la mano interna), la sequenza corretta del galoppo è posteriore sinistro-diagonale sinistra, anteriore destro come l’immagine). Il galoppo falso può essere dovuto da un assetto scorretto del cavaliere, o ad un cavallo inesperto.

ESSERE STAFFATO

E’ la condizione del cavaliere che infila i piedi troppo nelle staffe. Oltre a non essere comodo, è pericoloso perché il piede potrebbe rimanere bloccato nella staffa in un eventuale caduta. Per evitare questo, ricordiamoci di scaricare il peso sulle staffe e di abbassare i talloni.

[pillola equestre di 188 parole]